Home » Software (Download & Update) » Raspberry Pi: Il nuovo Bootloader fa scaricare sistemi operativi Online

Raspberry Pi: Il nuovo Bootloader fa scaricare sistemi operativi Online

Se avete aperto questo articolo probabilmente conoscete il Raspberry, utilizzato per cabinati arcade casalinghi e non solo. Pi Foundation ha annunciato una interessante novità, il Pi Imager, uno strumento che permette di scaricare sistemi operativi online direttamente nella memoria del Raspberry Pi, evitando dunque di andare in rete a cercare il sistema operativo per poi scaricarlo e copiarlo manualmente su una microSD o SD che sia.

Nuova funzionalità per il Raspberry Pi

Se quindi il vostro Raspberry Pi è connesso a internet, potete scaricare sistemi operativi online tramite il nuovo Bootloader, utile sopratuto se dovete configurare una scheda senza l’ausilio di un computer per installare il sistema operativo manualmente su SD. L’azienda di tiene a precisare che la nuova funzionalità è compatibile solo con schede Pi 4 e Pi 400 e necessita di un cavo ethernet e una tastiera connessi.

Potete scegliere una serie di sistemi operativi presenti nel Pi Manager, dopo di che provvederà il bootloader a scaricarli, installarli e prepararli per la configurazione e utilizzo. Tra i sistemi operativi vi sono Ubuntu, LibreELEC, RetroPie e TLXOS, che nel caso non li conosciate sono distribuzioni Linux. Per chi volesse utilizzare sistemi operativi differenti da questi, quindi non presenti nell’elenco, per ora dovrà affidarsi al metodo tradizionale, vale a dire cercare la ISO del sistema operativo da scaricare e poi montare la ISO su SD.

Ci teniamo ad informarvi inoltre che la nuova versione del Bootloader è in BETA, per poterla provare recarvi nella pagina di supporto ufficiale della Pi Foundation. Su Amazon potete trovare numerosi Raspberry in Offerta, assicuratevi di acquistare uno dei modelli indicati se volete usufruire delle novità menzionate. Una volta preparata la SD con il nuovo bootloader e connesso il Raspberry a internet, vi basterà accenderlo per trovarvi di fronte la schermata che vedete in alto. Cliccando su Chose OS potrete scegliere il sistema operativo da scaricare e installare mentre su Chose Storage la memoria da utilizzare, infine su Write scrivere il sistema operativo.

Quando avrete scelto il sistema operativo da scaricare, la memoria sul quale salvarlo e avviato il processo di scrittura del sistema operativo, dovrete attendere il tempo necessario per ultimare la procedura, la quale varia a seconda sia della vostra connessione che del tipo di memoria che state utilizzando. Al termine potrete lanciare il sistema operativo scaricato con Raspberry e configurarlo a seconda delle vostre esigenze. Purtroppo non ci è dato di sapere se anche altre versioni riceveranno questa interessante novità oppure se resterà un esclusiva per i modelli menzionati.

Come detto potete sempre affidarvi alla guida tradizionale, la quale permetterà di scaricare e installare sistemi operativi manualmente, come ad esempio Emulation Station per creare un cabinato arcade con emulatori a casa. Con il Raspberry Pi avete la possibilità di fare questo e molto altro, spendendo meno di 100 euro, a seconda del modello acquistato, il tipo di memoria ed eventuali periferiche connesse. Per maggiori informazioni vi invitiamo a consultare il nostro articolo Maximus Arcade Download GRATIS Windows: Come costruire e programmare un cabinato Arcade

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

Devi usare questo HTML tag e attibuti: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Password dimenticata

Inserisci l’indirizzo email con cui ti sei registrato e riceverai un link per reimpostare la password.