Home » Tech News » Come valutare l’esperienza del calcio in streaming? 

Come valutare l’esperienza del calcio in streaming? 

Se 10 anni fa qualcuno ci avesse detto che la TV tradizionale e la TV satellitare ben presto sarebbero state sostituite quasi del tutto dalle emittenti specializzate nella riproduzione in streaming, molto probabilmente non gli avremmo creduto. E invece i progressi compiuti a livello tecnologico nell’ultimo decennio sono stati talmente significativi che oggi la stragrande maggioranza delle manifestazioni sportive viene trasmessa online, con buona pace degli inguaribili nostalgici che da sempre sono restii a ogni tipo di cambiamento. 

Il bilancio provvisorio sull’esperienza di Dazn in Italia 

Inutile negarlo: quando ormai tre anni fa decise di entrare all’interno del mercato italiano, Dazn incontrò più di una difficoltà che rischiò di compromettere irrimediabilmente l’esperienza dello streaming sportivo. Ciò avvenne sia per colpe proprie, sia a causa della cronica carenza di infrastrutture che da sempre affligge il nostro Paese e che ci pone agli ultimi posti in Europa per diffusione della banda larga. Negli anni passati solo pochi siti, tra cui quelli su cui è possibile piazzare delle scommesse sportive online, avevano sperimentato lo streaming della partite di calcio e della manifestazioni sportive e per questo motivo quando venne ufficializzata la cessione dei diritti della nostra Serie A a Dazn il pubblico non accolse benissimo la notizia. Oggi, però, il bilancio dell’esperienza di Dazn in Italia è decisamente positivo. Certo, i problemi restano, ma sembrano di semplice soluzione e la sensazione è che anche gli stessi tifosi stiano iniziando ad apprezzare la flessibilità che una trasmissione in streaming offre rispetto al satellitare e alla TV tradizionale. 

Amazon Prime Video e la nuova frontiera dell’intrattenimento sportivo 

Nel frattempo si rincorrono le voci che vorrebbero un’entrata in campo di TIM a supporto di Dazn che, soprattutto dal punto di vista gestionale, si è mostrata ancora acerba per il mercato italiano. Ci sono però altre emittenti che, sulla scia di quanto fatto da Dazn, stanno sperimentando con sempre maggiore successo le riproduzioni in streaming delle manifestazioni sportive. Uno dei prodotti meglio riusciti è sicuramente quello di Amazon Prime Video, con il colosso americano che sta trasmettendo le gare della Champions League con ottimi risultati. Aiutato anche dai potentissimi server a disposizione del colosso di Bezos, Prime Video sta riuscendo a offrire agli utenti un prodotto di primissimo livello sia in termini meramente qualitativi, che in termini di fluidità del servizio e la sensazione è che nel prossimo futuro sarà proprio Bezos a insidiare il regno di Dazn.  

Il mondo dell’intrattenimento è cambiato più velocemente di quanto potessimo immaginare e la rivoluzione digitale tuttora in atto ha modificato sensibilmente le nostre abitudini e le nostre esigenze. Dopo le innegabili difficoltà iniziali, lo streaming ha recuperato terreno sulle emittenti tradizionali e l’impressione diffusa è che anche gli appassionati stiano iniziando ad apprezzare gli innegabili vantaggi che le manifestazioni in streaming portano con sé. Staremo a vedere cosa ci riserverà il futuro ma ciò che è certo è che la rivoluzione è ormai iniziata e che pare impossibile immaginare un futuro in cui lo streaming verrà soppiantato dal satellitare e dal digitale. 

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

Devi usare questo HTML tag e attibuti: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Password dimenticata

Inserisci l’indirizzo email con cui ti sei registrato e riceverai un link per reimpostare la password.