Home » Tech News » Steve Mann aggredito per gli occhiali futuristici!

Steve Mann aggredito per gli occhiali futuristici!

Chi di voi non conosce i Google Glass? Questa nuova tecnologia è sulla bocca di tutti, da quando Google ha deciso di annunciarla e svelarla nel corso del Google I/O.

La verità prima o poi viene a galla, questi fantastici e futuristici occhiali non sono stati ideati da Google ma da Steve Mann, professore dell’università di Toronto nel 1999 dove per anni studia il prototipo del Digital Eeye Glass o almeno questo è quello che si afferma in giro, se Google non è l’inventore, li ha decisamente migliorati sia in funzioni che in aspetto fisico.

Oggi vogliamo parlarvi di una vicenda accaduta in un McDonald di Parigi. Steve Mann non appena è entrato nel locale in compagnia della sua famiglia è stato subito sottoposto a delle domande da un commesso riguardante quel tipo di occhiali che indossava. Mann che porta sempre con se dei documenti e dei certificati medici è entrato senza problemi o almeno cosi sembrava.

Neanche il tempo di accomodarsi ad un tavolo che un secondo impiegato in preda ad un raputs, gelosia, pazzia o come volete definirla, ha aggredito Steve Mann cercando di strappargli quegli occhiali dal suo volto. Il sistema è fissato al cranio in maniera permanente a differenza dei Google Glass che sono dei semplici occhiali. Non possono essere rimossi facilmente, per questo Steve ha rischiato di subire dei seri danni celebrali. In una situazione simile, il capo della catena avrebbe dovuto licenziare il commesso oltre ad una multa e denuncia per aggressione e invece cosa è accaduto?

I documenti di Steve sono stati strappati senza preavviso ed è stato cacciato fuori Lui e la sua famiglia dal locale. Nonostante Steve Mann ha cercato più volte di contattare il responsabile della catena di fast food non ha mai ricevuto risposta. Cosa ne pensate di questa vicenda? A voi i commenti.

Scritto da
Shinobi SEO WEB
Appassionato di Videogiochi, Tecnologia e Intrattenimento. Ritiene che il sapere appartenga a tutti e debba essere condiviso liberamente.  Seguimi su Facebook, Twitter, Ludomedia, Instagram,

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

Devi usare questo HTML tag e attibuti: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Password dimenticata

Inserisci l’indirizzo email con cui ti sei registrato e riceverai un link per reimpostare la password.