Home » Tech News » Formula 1, GP del Giappone 2013: doppietta Red Bull, Ferrari ai piedi del podio

Formula 1, GP del Giappone 2013: doppietta Red Bull, Ferrari ai piedi del podio

L’ordine d’arrivo e le classifiche mondiali dopo il GP del Giappone 2013

Vettel

Si chiude con una doppietta Red Bull la ventottesima edizione del GP del Giappone, quindicesima prova iridata del Mondiale 2013 di Formula 1. A vincere sul tracciato di Suzuka è ancora una volta Sebstian Vettel, capace di conquistare il nono successo stagionale, il trentacinquesimo complessivo della sua brillante carriera. Il tedesco ha preceduto il compagno di scuderia Marc Webber, mentre sul gradino più basso del podio ecco il francese della Lotus Romain Grosjean, autore di una splendida prestazione. Grazie a questo successo, Vettel si porta a più 90 in classifica generale sul diretto rivale per il titolo, Fernando Alonso, che ha chiuso il gran premio nipponico al quarto posto, al termine di una gara di sofferenza in cui lo spagnolo è riuscito a ottenere il massimo risultato possibile.

Festa rimandata di almeno due settimane per la Red Bull numero 1, visto che l’iridato potrà festeggiare la conquista del quarto titolo mondiale nel prossimo GP, quello d’India. Anche arrivando quinto sotto la bandiera a scacchi, infatti, il ventiseienne corridore teutonico avrà la certezza della conquista del quarto alloro consecutivo. Tornando alla gara giapponese, la vittoria di Vettel non è stata netta come in altre occasioni; il tedesco è stato costretto a rincorrere gli avversari, nello specifico i citati Webber e Grosjean, riuscendoli a sopravanzare solamente nel finale della corsa. A pagare è stata la tattica delle due soste scelta dal pilota tedesco, che gli ha consentito di superare il compagno di box, che si è fermato tre volte, e lo stesso francese, sopravanzato in pista grazie alle gomme più fresche.

Delusione soprattutto per Marc Webber: scattato dalla pole position, il pilota australiano sperava certamente nella conquista della prima vittoria stagionale, invece ha dovuto assistere all’ennesimo trionfo del compagni di squadra, giungendo alle sue spalle. Gara tutt’altro che da ricordare per la Ferrari; come detto Alonso ha chiuso al quarto posto, conquistando il massimo da una vettura apparsa costantemente al di sotto delle prestazioni dei migliori in pista. Il ferrarista è riuscito solamente a rimandare di due settimane la festa di Vettel che, salvo cataclismi sportivi, verrà consumata già in India tra quindici giorni. Addirittura decimo l’altro pilota di Maranello, Felipe Massa, incappato in un’altra gara scialba, condizionata anche da una penalità inflittagli dai commissari di gara.

L’ordine d’arrivo del GP del Giappone 2013 (prime posizioni)

Ordine d’arrivo

Pilota

Scuderia

1  Vettel  Red Bull
2  Webber  Red Bull
3  Grosjean  Lotus
4  Alonso  Ferrari
5  Raikkonen  Lotus
6  Hulkenberg  Sauber
7  Gutierrez  Sauber
8  Rosberg  Mercedes
9  Button  McLaren
10  Massa  Ferrari

Classifica piloti: Vettel 297, Alonso 207, Raikkonen 177, Hamilton 161, Webber 148, Rosberg 126, Massa 90, Grosjean 87, Button 60, Hulkenberg 39, Di Resta 36, Sutil 26, Perez 23, Ricciardo 18, Vergne 13, Gutierrez 10, Maldonado 1.

Classifica costruttori: Red Bull 445, Ferrari 297, Mercedes 287, Lotus 264, McLaren ,83 Force India 62, Sauber 45, Toro Rosso 31, Williams 1.

Michele Pannozzo

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

Devi usare questo HTML tag e attibuti: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Password dimenticata

Inserisci l’indirizzo email con cui ti sei registrato e riceverai un link per reimpostare la password.