Anonymous colpisce ancora

Il famoso team di hacker conosciuto con il nome Anonymous colpisce ancora, questa volta le vittime sono Trenitalia, Equitalia e nuovamente il Vaticano.

Il primo attacco è stato rivolto al sito vatican.va, il motivo? Semplice, gli Hacker affermano che la chiesa apostolica romana non è altro che un organizzazione a scopo di lucro. Questa volta a differenza del primo attacco fatto lo scorso anno, è stato colpito anche il sito web della radio del vaticano.

Pochi giorni dopo ossia il 10 Marzo 2012, il team Anonymous colpisce Trenitalia rilasciando la seguente dichiarazione :

“Non accettiamo che siano stati cancellati treni ICN che permettevano a intere famiglie di spostarsi dal nord al sud della penisola italiana, in questo modo non è più possibile viaggiare economicamente” Grazie a Trenitalia, al giorno d’oggi, il treno non è più un mezzo pubblico rivolto a tutti ma solo ai pochi tralasciando il servizio indecente tra ritardi, guasti e cosi via dicendo.

Il giorno successivo, l’11 Marzo 2012, Anonymous informa il popolo del web italiano di un altra operazione andata a buon fine nei confronti di Equitalia.  Di seguito vi riportiamo la motivazione che ha spinto gli hacker :

“Siete un anomalia per l’italia, un azienda che si occupa della riscossione e dei tributi che per via delle più banali notifiche fanno lievitare a dismisura gli interessi. La riscossione deve essere applicata in modo uniforme e trasparente!”

Cosa ne pensate di questi attacchi? A voi i commenti!