Home » Hardware » Tastiera meccanica Corsair K70 RGB PRO: Recensione e Unboxing

Tastiera meccanica Corsair K70 RGB PRO: Recensione e Unboxing

Dopo avervi parlato della Tastiera da Gaming Corsair K55 RGB PRO XT, quest’oggi vogliamo condividere con voi la Recensione della Tastiera K70 RGB PRO di Corsair, che stiamo utilizzando anche in questo momento, a seguire dunque vi riportiamo le nostre impressioni, pregi e difetti, se vale o meno la pena acquistarla e così via dicendo.

Partiamo come sempre dall’Unboxing, vale a dire il contenuto della confezione, al cui interno include la tastiera meccanica Corsair, un cavo USB Type-A per l’alimentazione ed un poggiapolsi removibile oltre un manuale cartaceo per la garanzia, dunque nessun manuale di istruzioni che riporti il funzionamento della tastiera da Gaming e le sue caratteristiche, obbligando l’utente a visitare il sito ufficiale o ad accontentarsi delle poche ma precise informazioni riportate sul retro della confezione.

Tastiera meccanica Corsair K70 RGB PRO: Recensione

La tastiera meccanica Corsair pur presentando un cavo USB che può essere attaccato e staccato all’occorrenza, non è wireless, una caratteristica indubbiamente da elogiare, sia perchè consente di sostituire solo il cavo in caso di problemi che di optare per un cavo USB più lungo, anche se quello offerto dalla tastiera è già generoso di suo. Lo stesso trattamento è stato riservato al poggiapolsi che come anticipato è removibile, vale a dire che potrete collegarlo e scollegarlo in qualsiasi momento, grazie ad un sistema magnetico.

La tastiera da Gaming meccanica Corsair presenta un layout in alluminio e compatto, ciò la rende una tastiera di dimensioni inferiori a quella di cui vi abbiamo parlato in precedenza, senza rinunciare però a tutti i tasti di cui un utente medio necessita sia in gioco che nel lavoro. La K70 RGB PRO presenta tre tasti funzione in alto a sinistra, per cambiare profilo, gestire la luminosità dei LED e bloccare o sbloccare i tasti Windows, Cap, Num e Scorrimento, ed un interruttore per attivare o meno il suono in alto a destra, affiancato da uno scroller per aumentare o diminuire il volume. Nel mini display situato nella parte superiore è possibile vedere sia il logo Corsair che muta colore come l’intera tastiera che degli indicatori per il blocco o sblocco dei tasti indicati, il profilo in uso e così via dicendo.

Nella parte posteriore, in prossimità del cavo USB Type-A è presente un piccolo interruttore, il quale consente di attivare o meno la modalità Torneo, la quale rende inutilizzabili tutte le distrazioni durante la competizione, come la luminosità della tastiera, il tasto Windows, le macro e così via dicendo. Ebbene si, nonostante le sue ridotte dimensioni, la K70 RGB presenta il tasto FN, il quale se abbinato agli altri tasti permette di accedere a scorciatoie rapide e funzionalità varie, molto utili in gioco. Installando il software iCue di Corsair su PC potete personalizzare i LED oltre alle impostazioni dei tasti. La tastiera meccanica presenta diversi effetti e colori che potete modificare in base alle vostre preferenze.

Nonostante la tastiera utilizzi tasti meccanici Cherry MX, emette un suono metallico decisamente fastidioso, e non ci stiamo di certo riferendo a quello dovuto dalla pressione di ciascun tasto, essendo per l’appunto meccanico, ma ad una sorta di eco del suono dovuto al tipo di layout, un rumore che alla lunga potrebbe infastidirvi, sopratutto se come nel nostro caso utilizzate la tastiera Gaming per lavorare, digitando numerosi testi nel corso della giornata ad una certa velocità di battitura. Altra caratteristica che non abbiamo apprezzato risiede nell’altezza dei piedini, leggermente più alti del precedente modello ma particolarmente scomodi nel nostro caso, fortunatamente è possibile riposizionarli come da default beneficiando del comodo pooggiapolsi. Naturalmente non si tratta di difetti della tastiera ma di semplici preferenze.

Il poggiapolsi come anticipato utilizza una sorta di sistema magnetico che consente di attaccarlo o staccarlo all’occorrenza, rafforzato da due supporti collocati nella parte posteriore della tastiera. Comoda da utilizzare durante lunghe sessioni ma estremamente rumorosa, sia per il suono emesso dai tasti meccanici che per l’effetto di cui vi abbiamo appena parlato. Una tastiera da Gaming rivolta più alla competizione, dunque al gioco che al lavoro. Nonostante tutte le sue caratteristiche e l’indiscussa qualità, si tratta pur sempre di un hardware del costo di ben 189,99€, dunque un prodotto ben lontano dall’essere economico, a nostro avviso ingiustificato considerando che sul mercato ci sono molte altre tastiere Corsair di alta qualità ma economiche.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

Devi usare questo HTML tag e attibuti: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Password dimenticata

Inserisci l’indirizzo email con cui ti sei registrato e riceverai un link per reimpostare la password.