Internet & Geek Blog
tomtop
Hardware

Nuove gamepad e mouse da Razer

Razer è lieta di annunciare l’arrivo sul mercato di nuovi hardware, il gamepad Wolverine Ultimate e il mouse Atheris, scopriamo insieme quali sono le caratteristiche tecniche di questi nuovi gioielli.

Un nuovo gamepad da Razer

Il Razer Wolverine Ultimate è un gamepad indirizzato ai giocatori più esigenti, offre 2 D-Pad intercambiabili ed una serie di stick dalle forme e dimensioni differenti, un totale di 6 grilletti ed ovviamente pulsanti rimappabili. Dotato di una striscia luminosa RGB integrata e controllabile mediante il Synpase di Razer, è il primo gamepad a beneficiare della tecnologia Chroma.

16,8 milioni di colore con numerosi effetti, dotati di pulsanti ultra reattivi e una modalità hair trigger automatica con blocco dei grilletti. La possibilità di sostituire gli stick analogici e la sua personalizzazione lo rende il fiore all’occhiello della compagnia.

Anche il D-Pad è sostituibile con la possibilità di scegliere varie tipologie, non manca all’appello il Grip in gomma antiscivolo ed ergonomico, porta audio da 3,5 mm e l’ingresso per il microfono, il tutto racchiuso in una comoda custodia. Reggetevi forte perchè il costo del controller è di ben 179,99 euro con disponibilità fissata per Settembre.

Arriva il mouse Atheris

Atheris è il nuovo mouse prodotto dalla compagnia, destinato a coloro che utilizzano il notebook. Atheris permette di raggiungere fino a 350 ore di utilizzo con un paio di batterie AA. Al suo interno troviamo la tecnologia Adaptive Frequency Technology (AFT), la tecnologia proprietaria wireless di Razer abilitata tramite un dongle USB compatto che si integra nel mouse.

Connettività Bluetooth LTE con supporto USB, sensore ottico da 7200 DPI e design ambidestro, rendendolo adatto anche ai mancini. Razer Atheris è già disponibile su RazerStore.com e lo sarà anche altrove nell’ultimo trimestre dell’anno. Il prezzo è di € 59,99.

Giovanni Damiano

<p>Appassionato di videogiochi, telefonia, informatica e intrattenimento. Nato con un controller tra le mani vive in una remota zona della Transilvania in attesa di giochi da completare. La sua prima parola è stata “Press Start”! Cresciuto con un NES 8 BIT ha raggiunto l’illuminazione con la nextgen e i VR</p><br />

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *