Home » Tech News » Spotify in ginocchio: Numerosi account violati

Spotify in ginocchio: Numerosi account violati

Lo scorso weekend, centinaia di credenziali per l’accesso al servizio streaming musicale Spotify sono state trafugate e rese disponibili per tutti, costringendo i possessori degli account a ricorrere al cambio password. Tra i dati pubblicati vi sono chiaramente nomi utenti, password, abbonamenti, paesi di provenienza e tutto ciò che occorre per autenticarsi.

Spotify

Spotify vittima degli hacker

Gli autori del noto servizio hanno affermato che Spotify non è stato assolutamente violato e che i dati degli utenti sono al sicuro, nonostante questo si invita tutti gli iscritti della piattaforma di streaming online a modificare i dati di accesso, sopratutto coloro che sono abbonati al servizio per un costo mensile pari a 9,99 euro. Tramite il sito Pastebin sono stati diffusi tutti i dati di accesso degli account trafugati.

Una delle vittime ha commentato come segue:

Ho sospettato che il mio account fosse stato compromesso quando tra le canzoni riprodotte di recente vi erano brani mai ascoltati, ho immediatamente cambiato la password e scollegato tutti i dispositivi connessi.

Le vittime si sono ritrovate una mail differente da quella indicata al momento della registrazione al servizio tra le impostazioni della privacy, probabilmente per un futuro recupero della password o notifiche varie. Nonostante gli autori del servizio continuano ad assicurare gli utenti che la piattaforma è sicura, c’è chi non la pensa cosi, sopratutto dopo la violazione di centinaia di account, la risposta non è tardata ad arrivare e ve la riportiamo di seguito:

Possiamo assicurarvi che Spotify non è stato violato e che i nostri utenti sono al sicuro, monitoriamo Pastebin regolarmente e se notiamo che vi sono credenziali legate a Spotify, dopo aver verificata l’autenticità delle stesse, avvisiamo immediatamente tali utenti a cambiare la password.

La morale? Non è fare merenda con girella ma ritrovarsi su una piattaforma in cui il proprio account può essere manomesso in qualsiasi momento, ma tranquilli tanto vi avvisano dopo il misfatto! A voi i commenti!

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

Devi usare questo HTML tag e attibuti: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Password dimenticata

Inserisci l’indirizzo email con cui ti sei registrato e riceverai un link per reimpostare la password.