Home » Tech News » MySpace e l’operazione Tolleranza Zero

MySpace e l’operazione Tolleranza Zero

Molti di voi saranno sicuramente al corrente di che tipo di persone può essere presente su social networks come MySpace. E proprio direttamente dal sito, che è partita l’operazione per rintracciare i predatori sessuali in giro per il loro website.

myspacelogo


Sono stati rintracciati e successivamente espulsi 90.000 predatori sessuali dalle pagine virtuali di MySpace. Praticamente il doppio dei 40.000 precedentemente annunciati. Tutto questo è frutto di un’operazione che ha avuto vita grazie alla pressione di una coalizioni di procuratori, capitanata da Richard Blumenthal del Connecticut e Roy Cooper del North Carolina.
Una cifra davvero impressione che porta, ancora una volta, questi portali a dover adottare delle misure di sicurezza migliori.

Blumenthal è rimasto scioccato da tale cifra e dichiara che per ogni predatore sessuale potrebbero essercene altre migliaia con dati anagrafici falsi, che si mischiano fra i giovani con intenzioni decisamente poco benigne. Cooper, invece, non si dichiara particolarmente sorpreso ma accusa direttamente i social networks ricordandogli la loro responsabilità verso i più giovani. Dice che portali come MySpace od il suo rivale Facebook, contano ormai un numero davvero enorme di giovani iscritti ed è proprio per questo che tali siti sono una vera e propria tentazione per i malintenzionati.

MySpace non rimane indifferente di fronte alle accuse e confida nella più recente tecnologia per scovare e cacciare definitivamente ogni tipo di molestatore che potrebbe essere ancora presente sulle sue pagine. Hemanshu Nigam, ha ricordato che non appena viene scoperto un utente malintezionato, il suo account viene chiuso ed i suoi dati passati alla polizia. MySpace ha così deciso di affidarsi a Sentinel SAFE, una specie di archivio creato nel 2006, contenente i dati, descrizioni ed i tratti anagrafici dei molestatori sessuali che potrebbero esere relazionati con il social network. Nigam commenta, ammettendo che Sentinel SAFE è il miglior metodo per eliminare in via definitiva i molestatori dai social networks.

Cosa pensi di questo articolo?

0 0

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Lost Password

Please enter your username or email address. You will receive a link to create a new password via email.