Home » Tech News » Gmail nell’occhio del ciclone: Gli sviluppatori leggono le mail

Gmail nell’occhio del ciclone: Gli sviluppatori leggono le mail

Dopo Facebook anche Gmail finisce nell’occhio del ciclone per violazione della privacy degli utenti. Sulle pagine del Wall Street Journal è apparso un articolo che afferma che Google offrirebbe agli sviluppatori di terze parti, l’accesso alle email inviate o ricevute degli utenti, allo scopo di proporre annunci pubblicitari mirati.  

Gmail: Le Email sono spiate

Secondo l’articolo pare che Google offrirebbe la possibilità alle aziende di leggere le mail inviate e ricevute allo scopo di analizzarne le keyword, per proporre contenuti pubblicitari di interesse differenti a seconda del tipo di utente.

Google naturalmente non è rimasta con le mani in mano di fronte la suddetta accusa ed ha affermato che gli sviluppatori possono leggere le mail solo in casi estremi, ad esempio quando l’utente ne da il consenso per situazioni legate alla propria sicurezza, per investigazioni su abusi o bug e cosi via dicendo.

Non è poi cosi errata l’affermazione che dice che nessuno è al sicuro sul Web, i propri dati personali che siano nome, indirizzo email o altro sono alla portata dei creatori dei vari servizi, pronti ad utilizzarli in qualsiasi momento, anche vendendoli ad aziende terze per scopi pubblicitari.

Cosa ne pensate? A voi i commenti!

Scritto da
Shinobi SEO WEB
Appassionato di Videogiochi, Tecnologia e Intrattenimento. Ritiene che il sapere appartenga a tutti e debba essere condiviso liberamente.  Seguimi su Facebook, Twitter, Ludomedia, Instagram,

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

Devi usare questo HTML tag e attibuti: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Password dimenticata

Inserisci l’indirizzo email con cui ti sei registrato e riceverai un link per reimpostare la password.