Un Bug sul Mac mette a rischio la sicurezza

macOS Ventura 13.5: Un Bug rompe i Servizi di Localizzazione su Mac

Apple ha recentemente svelato macOS Sonoma, la nuova versione del sistema operativo per Mac e Macbook, durante l’evento WWDC di giugno. Nel frattempo, la società ha rilasciato macOS Ventura 13.5 alla fine di luglio. Tuttavia, emergono adesso segnalazioni di un problema che colpisce un’importante funzionalità su Mac dopo l’aggiornamento.

Il Problema Emergente

Secondo quanto riportato da Macrumors, macOS Ventura 13.5 è stato reso disponibile da Apple il 24 luglio. Fino a oggi, sembrava che l’ultima release del sistema operativo non stesse causando alcun inconveniente. Recentemente, tuttavia, si è manifestato un problema che sembra influenzare i servizi di localizzazione su alcuni dispositivi Mac e Macbook.

Sebbene i reclami riguardo a macOS Ventura 13.5 abbiano cominciato a circolare alla fine di luglio, negli ultimi tempi si sono intensificati. Numerosi utenti stanno riportando di non essere in grado di accedere ai permessi di localizzazione nelle impostazioni del sistema. Questo problema sembra coinvolgere una vasta gamma di app, sia quelle sviluppate da Apple che da terze parti, suggerendo che si tratti di un errore di sistema e non di una questione di compatibilità specifica delle singole applicazioni.

Il Sintomo del Bug

All’interno delle impostazioni, nella sezione “Preferenze di Sistema” e successivamente in “Privacy e Sicurezza“, la sotto-sezione “Localizzazione” dovrebbe elencare tutte le app che hanno accesso alla posizione del dispositivo. Tuttavia, coloro che hanno aggiornato a macOS Ventura 13.5 noteranno che questa lista è improvvisamente vuota. Per chi non ha ancora eseguito l’aggiornamento, il sotto-menu funziona regolarmente, mostrando un elenco completo delle applicazioni con i permessi di localizzazione.

Persino l’installazione di una nuova applicazione sembra incapace di attivare i permessi relativi alla localizzazione del dispositivo. Allo stesso tempo, sembra che non esista un rimedio immediato per questo problema. È quindi probabile che Apple sia costretta a rilasciare un aggiornamento correttivo nei prossimi giorni per affrontare questo bug.