Home » Tutorial informatici » DNS Google: Quando, come e dove usarli

DNS Google: Quando, come e dove usarli

Avete mai sentito parlare di DNS Google? Quando, dove e come vanno utilizzati? Prima di rispondere a queste domande, cos’è il DNS? A cosa serve il DNS? Il DNS è un sistema analogo alla rubrica telefonica, il quale gestisce la mappatura tra nomi e numeri.

I server DNS traducono le richieste di nomi in indirizzi IP, quindi verificano a quali server collegarsi una volta digitato l’indirizzo del dominio da visitare. Sostanzialmente dunque i DNS hanno questo scopo, la maggior parte degli utenti usa DNS automatici, tuttavia ciò può implicare che alcuni siti non siano visitabili, poichè bloccati dal service provider, ossia dal gestore telefonico in uso.

Il più delle volte sono siti warez, quindi per impedire il download di giochi PC vengono impostati dei blocchi sulla rete. Qui entra in gioco il cambio DNS, con DNS che permettono di visitare siti oscurati o siti bloccati da TIM e così via dicendo. Quali DNS impostare? Dove impostare i DNS? Quando impostare i DNS? A seguire vi guideremo passo passo in questo, indipendentemente dal sistema o dispositivo in uso.

newnetwork1

DNS di Google: Quali sono e Come impostarli

Non ha importanza se usate Windows, Linux o Mac, i DNS di Google possono essere impostati anche su iOS o Android, con connessioni Wi-Fi o connessioni Ethernet. Tutto quello che dovete fare è recarvi nelle impostazioni di rete e settare i DNS dI Google, potete anche impostarli su console come PS5, Xbox Series, Nintendo Switch o vecchie versioni.

Per cambiare i DNS basta seguire i passaggi riportati di seguito, nel caso siate su Windows 10, le voci potrebbero cambiare con altri sistemi ma la procedura sostanzialmente è questa:

  1. Cliccate con il tasto destro sull’icona della vostra connessione (nel system tray, accanto all’orologio) 
  2. Cliccate su Apri Centro Connessioni di Rete e Condivisione
  3. Cliccate su Ethernet o su Wifi situato in Connessioni:
  4. Cliccate su Proprietà
  5. Cliccate su Protocollo Internet Versione 4
  6. Cliccate su Utilizza i seguenti indirizzi server DNS 
  7. Impostate 8.8.8.8 e 8.8.4.4
  8. Cliccate su Ok

Se usate altri sistemi come Android, iOS, Console, Mac o Linux vi basterà recarvi nelle Impostazioni di rete, l’importante è impostare i DNS dI Google menzionati. Con i DNS Google potete visitare siti bloccati o siti oscuratib senza problemi, oltre ad avere una velocità maggiore nell’apertura delle pagine web.

I DNS Google non hanno scadenza, sono gli stessi da molti anni oramai, chi vuole visitare siti bloccati li imposta, possono essere anche impostati nel modem o impostati nel router, in questo modo tutti i dispositivi connessi alla rete ne possono usufruire. Certo, esistono anche altri DNS validi ma i DNS Google sono i DNS più usati per navigare in rete, sopratutto per i motivi menzionati.

Se quindi visitate un sito bloccato o sito oscurato, se la connessione è lenta, se un download viene bloccato, vi consigliamo di impostare i DNS di Google come indicato nella nostra Guida. In qualsiasi momento potrete tornare ai vecchi DNS semplicemente impostando DNS automatici, in questo caso però ovviamente tornerete ai DNS del service provider.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

Devi usare questo HTML tag e attibuti: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Password dimenticata

Inserisci l’indirizzo email con cui ti sei registrato e riceverai un link per reimpostare la password.