Home » Tutorial informatici » Come scoprire la causa e riconoscere gli errori di Windows

Come scoprire la causa e riconoscere gli errori di Windows

Vi è mai capitato di trovarvi di fronte la BSOD detta comunemente schermata blu della morte di Windows a seguito di un errore? Oggi vedremo come scoprire la causa degli errori e come riconoscere gli errori Windows.

Come scoprire l’errore che causa il riavvio del PC

Dove trovare gli errori di Windows? Come vedere errori di sistema? Esiste una sorta di registro errori Windows 10 che include l’elenco errori Windows 10, potete accedervi come segue:

  1. Cliccate con il tasto destro del mouse su Computer (trovate l’icona sul Desktop, se cosi non fosse potete abilitarla come riportato più sotto)
  2. Cliccate con il sinistro del mouse su Proprietà 
  3. Cliccate su Impostazioni di Sistema Avanzate
  4. Cliccate su Impostazioni (sotto Avvio e Ripristino)
  5. Spuntate la voce Riavvia automaticamente (assicuratevi che la spunta sia tolta)
  6. Cliccate su OK e poi nuovamente su OK

Quando si verificherà un errore comparirà sempre la schermata blu della morte ma visualizzerete l’errore, scoprendo dunque di cosa si tratta. Per ulteriori dettagli potete procedere come segue:

  1. Cliccate sullo Start
  2. Digitate Servizi Componenti e cliccate sullo stesso con il Mouse per avviarlo
  3. Cliccate su Visualizzatore eventi
  4. Cliccate su Registri di Windows
  5. Cliccate su Sistema

A seguire vi riportiamo il nostro Video Tutorial:

Come correggere gli errori di Windows?

Se volete correggere errori Windows 10 o correggere errori Windows 7 con la guida sopra riportata avete almeno modo di sapere di cosa si tratta, e quindi intervenire direttamente sul problema, invece che tentarle tutte. Esiste un modo per correggere errori Windows 10 prompt? Dipende naturalmente dalla natura dell’errore.

Cosa fare con la schermata blu? La BSOD serve al sistema operativo per comunicare all’utente che c’è un problema, mostrando il codice errore, in questo modo è possibile intervenire, invece che ritrovarsi davanti ad un riavvio del PC inaspettato. Prima di chiedervi come correggere errori windows 10 gratis o correggere errori windows 10 update, nel caso si verifichino dopo il download e installazione di un aggiornamento Windows, bisogna imparare a riconoscerli.

Tra gli errori Windows più comuni vi sono:

  • DRIVER_IRQL_NOT_LESS_OR_EQUAL: Errore causato da un driver difettoso, vecchio o da un dispositivo connesso via USB che non funziona correttamente
  • PAGE_FAULT_IN_NONPAGED_AREA: Come per l’errore precedente, si tratta di un dispositivo connesso al PC che non funziona correttamente
  • NTFS_FILE_SYSTEM: Errore dovuto ad un problema presente nel disco, vi consigliamo di fare lo scandisk
  • DATA_BUS_ERROR: La vostra RAM non funziona, non è compatibile o inserita correttamente 
  • MACHINE_CHECK_EXCEPTI: Indica un grave problema con la CPU o alimentatore
  • INACCESSIBLE_BOOT_DEVICE: Colpa di un virus o il vostro disco è difettoso 
  • HAL_INITIALIZATION_FAILED: Errore dovuto alla presenza di driver obsoleti o hardware difettosi

Se volete avere maggiori informazioni sugli errori, troverete il file MEMORY.DMP nel percorso C:Windows, potete aprire il file con Nirsoft BlueScreenView. Il software in questione vi permette di esplorare e leggere tutti i file creati durante la schermata blu della morte e di conseguenza consultare le informazioni associate ai singoli errori. Il programma è portabile, non necessità dunque di installazione e potete utilizzarlo anche da pendrive, compatibile con tutte le versioni di Windows.

Se il programma non individua file DUMP, assicuratevi di attivare il registro degli errori tramite le Impostazioni Avanzate in Avvio e ripristino, la voce da attivare è “scrivi l’evento nel registro eventi” mentre l’opzione è “Scrivi informazioni di debug”, la quale permette di impostare il livello di dettagli delle informazioni dopo il crash.  Altro programma valido per analizzare gli errori della schermata blu della morte è WhoCrashed.

Con WhoCrashed potete avere informazioni immediate sugli errori riscontrati. Basta cliccare su Analizza e selezionare il percorso dove è collocato il Debuggint Tools di Microsoft (c:programmidebugging tools for Windows). Anche in questo caso si tratta di un tool gratuito, compatibile con tutte le versioni di Windows

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

Devi usare questo HTML tag e attibuti: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Password dimenticata

Inserisci l’indirizzo email con cui ti sei registrato e riceverai un link per reimpostare la password.