HomeTech NewsContent marketing con Coobis: Come si mette in atto una strategia di marketing di contenuto

Content marketing con Coobis: Come si mette in atto una strategia di marketing di contenuto

Chi non ha mai provato a creare un blog? C’è chi lo fa per passione chi invece come esperimento, in entrambi i casi nel corso del tempo è possibile vederne i frutti in termini di traffico. Attuare una buona strategia di content marketing è importante, per questo motivo oggi analizzeremo con voi i vantaggi e come si mette in atto una buona strategia, affidandoci a Coobis

 

Monetizzare con Coobis

La prima grande preoccupazione di un blogger è quella di rendere il traffico o il pubblico presente sul blog come un qualcosa di stabile, monetizzando dagli stessi. Vi sono vari modi per monetizzare con il proprio blog, a patto che vi sia un traffico sufficiente per farlo, tra questi vi sono i banner adsense.

Google offre la possibilità di monetizzare tramite l’introduzione di banner pubblicitari all’interno del proprio blog, purtroppo nell’ultimo periodo sono sempre di più gli utenti che si affidano ad adblock per bloccare le pubblicità dei blog visitati, bloccando anche le entrate dei creatori di contenuti. E’ qui che entra in gioco il content marketing, il quale permette di attuare strategie mirate.

Vi è un sistema che produce degli ottimi risultati per quanto riguarda la monetizzazione fin da subito, si tratta di utilizzare una piattaforma per il Content Marketing nota come Coobis, la quale permette di usufruire di editor specializzati in svariate tematiche, allo scopo di guadagnare dai contenuti originali.

Dopo aver effettuato la registrazione a Coobis ed aver indicato il blog e la tematica, le aziende faranno il resto. Entrando a far parte del database di Coobis, l’azienda può consultare un catalogo dove scegliere servizi come redazione di contenuti, pubblicazione sponsorizzate, menzioni sui social e cosi via dicendo. 

Se il blog è presente nel database, si viene contattati dalle aziende per la scrittura di contenuti che verranno poi sponsorizzati o pubblicizzati sui social, incrementando il traffico sul blog e monetizzando allo stesso tempo con il pagamento del lavoro richiesto.

La piattaforma trattiene il 30% delle commissioni, il pagamento verrà effettuato entro pochi giorni dalla conclusione del lavoro, senza pagare alcuna spesa.  Il secondo metodo come menzionato riguarda i banner pubblicitari sponsorizzati, vengono venduti degli spazi sul sito alle aziende, le quali si occuperanno di pubblicizzarsi pagando al possessore del blog una certa cifra. 

Il terzo e ultimo punto è l’Affiliate Marketing, tramite un url personalizzato che dovrà essere inserito negli articoli, sarà possibile guadagnare da click ed eventuali acquisti, quest’ultima soluzione è molto nota sopratutto con Amazon, il quale permette di guadagnare dagli acquisti fatti dagli utenti tramite un link di riferimento.  

Quindi i vantaggi nell’utilizzare il content marketing risiedono nella possibilità di monetizzare con:

  • Gli articoli sponsorizzati
  • I banner pubblicitari
  • Le affiliazioni 

In questo modo il creatore di contenuti non verrà penalizzato e potrà guadagnare una certa somma per ogni singolo lavoro, a differenza dei banner Adsense che purtroppo possono essere bloccati con l’utilizzo dell’apposita estensione, anche se di recente sono sorti dei metodi per rilevare l’uso di Adblock e richiedere all’utente di disattivarlo per procedere nella navigazione, ma ciò comporta la perdita dell’utente che non ha intenzione di farlo.

Autore Giovanni Damiano
Giovanni Damiano

SEO WEB COPYWRITER: Tester, Recensore, Blogger ,Youtuber e Streamer, appassionato di Tecnologia e Intrattenimento Videoludico

Nessun commento

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.