Internet & Geek Blog
Tutorial

Windows 10 FCU: Come limitare la banda in Windows Update

Windows 10 integra al suo interno un’algoritmo che permette di ottimizzare dinamicamente la banda per il download degli aggiornamenti di sistema o le applicazioni dal Windows Store, ciò permette di non compromettere le performance della propria connessione durante la navigazione, ma il suddetto algoritmo ha delle limitazioni.

Come limitare la banda di Windows Update

Se da un lato l’algoritmo permette di analizzare il traffico internet sul computer dove c’è il download attivo, dall’altra non permette di analizzare lo stato della rete locale. Dunque, se un’altro PC usa la stessa connessione per il download,si verifica il cosiddetto collo di bottiglia, compromettendo dunque le prestazioni generali di tutti i PC presenti in rete.

Con il Fall Creators Update di Windows 10, Microsoft ha introdotto una nuova opzione che permette di limitare manualmente la banda in download e upload, utilizzata da Windows Update. Di seguito vi riportiamo tutti i passaggi da seguire:

  1.  Cliccate sullo Start
  2. Cliccate su Impostazioni
  3. Cliccate su Aggiornamento e Sicurezza
  4. Cliccate su Opzioni Avanzate
  5. Cliccate su Ottimizzazione recapito e poi su Opzioni Avanzate
  6. Sotto impostazioni di download troverete la voce  “Limita il quantitativo di larghezza di banda utilizzato per scaricare gli aggiornamenti in background”, attivatela
  7. Indicate la banda da assegnare al download degli aggiornamenti di sistema o app

Tramite Impostazioni caricamento, potete limitare il caricamento mensile e quindi impostare una soglia massima di banda da destinare mensilmente al caricamento degli aggiornamenti su altri computer. Ebbene si, per velocizzare gli aggiornamenti di tutti i PC connessi alla medesima rete, è possibile inviare un update scaricato sul PC A al PC B senza passare per i server Microsoft, in questo modo si velocizza l’aggiornamento del secondo PC a discapito naturalmente della propria banda.

VIDEO TUTORIAL

 

Giovanni Damiano

Appassionato di videogiochi, telefonia, informatica e intrattenimento. Nato con un controller tra le mani vive in una remota zona della Transilvania in attesa di giochi da completare. La sua prima parola è stata "Press Start"! Cresciuto con un NES 8 BIT ha raggiunto l'illuminazione con la nextgen e i VR