Internet & Geek Blog
Software

Windows 10: Arriva il blocco delle installazioni Win32 esterne allo Store

Sull’ultima Insider Preview di Windows 10, Microsoft ha aggiunto una novità molto interessante al fine di offrire maggiore protezione e sicurezza ai suoi utenti, la quale consiste nel limitare le installazioni di applicazioni sviluppate con API Win 32 esterne allo Store.

Windows 10 si aggiorna per gli Insider con un nuovo sistema di sicurezza

Se avete aggiornato l’Insider Preview di Windows 10, avrete sicuramente notato nelle impostazioni una voce chiamata Choose where apps can be installed from, la quale permette di stabilire la sorgente per le installazioni delle applicazioni Win32. Tra le possibilità vi sono:

  • Consentire l’installazione da tutte le sorgenti (attiva di default)
  • Preferire l’installazione dallo Store

In altre parole potete sia installare app solo dallo store che esternamente, la scelta è vostra. Una funzione simile è stata introdotta per la prima volta (se ben ricordate) sul macOS nel lontano 2012. Se optate per la seconda opzione, tutte le applicazioni Win32 che non sono presenti nello Store non potranno essere installate ma comunque non saranno rese inutilizzabili. Quindi potete installarle con il primo metodo se le ritenete sicure per poi utilizzarle anche dopo aver azionato il secondo.

La versione Cloud di Windows 10 stando a quanto affermato da Microsoft, proporrà solo la funzione Store Only, in questo modo potranno essere installate solo le applicazioni presenti sullo store ufficiale. Windows 10 Cloud proporrà un’esperienza simile a quella offerta dal Chrome OS ma con impostazioni restrittive.  Se volete aggiornare alla nuova Insider, basta spostarvi su Windows Update, assicurarvi di essere connessi a Internet ed aver abilitato la voce Veloce come tipo di aggiornamento.

L’installazione necessità del riavvio del PC, per tanto dopo aver ultimato il download, cliccate su Riavvia tramite Windows Update.

Giovanni Damiano

Appassionato di videogiochi, telefonia, informatica e intrattenimento. Nato con un controller tra le mani vive in una remota zona della Transilvania in attesa di giochi da completare. La sua prima parola è stata "Press Start"! Cresciuto con un NES 8 BIT ha raggiunto l'illuminazione con la nextgen e i VR