Internet & Geek Blog
tomtop
Software

Lanciare app 32bit su Windows 10 S con Citrix

Come sapete su Windows 10 S (edizione del sistema operativo destinata alle scuole) non è possibile riprodurre “per questioni di sicurezza” o almeno questo è quanto afferma Microsoft, applicazioni che non fanno parte del Windows Store, per tanto l’unico browser utilizzabile è Edge…. fino ad oggi!

 

Aggirare il blocco app di Windows 10S con Citrix

Grazie a Citrix Receiver è possibile lanciare applicazioni 32bit anche sul neo sistema di Microsoft. Si tratta di un’app pensata e sviluppata da Citrix che permette di lanciare sul nuovo sistema applicazioni Win32 come Chrome e Firefox (giusto per citarne qualcuna), sfruttando una tecnologia di virtualizzazione desktop, la quale consente di aprire le porte per tutte le app a 32 bit su Windows 10 S, infischiandosene delle limitazioni imposte.

Citrix Receiver è un’applicazione universale ed è già scaricabile GRATIS dal Windows Store, compatibile con tutti i PC e gli smartphone che utilizzano Windows 10 S, nella lista ovviamente sono inclusi anche dispositivi con supporto Continuum come il Surface hub e gli HoloLens.

Il funzionamento è semplicissimo, l’applicazione si collega ai servizi della compagnia XenApp e XenDesktop per offrire una rappresentazione aggiornata e in tempo reale dell’applicazione Win32 che può essere usata su qualsiasi dispositivo anche se non supportato. Citrix Receiver risolve dunque le limitazioni imposte da Microsoft per questioni di sicurezza, permettendo la riproduzione di qualsiasi app sul nuovo sistema.

Come suggerisce Microsoft:

Windows 10 S semplifica il set-up delle macchine nelle scuole e permette di replicare le stesse impostazioni su molti sistemi.Chi utilizza Windows 10 Pro potrà passare a Windows 10 S gratuitamente se si è studenti, in caso contrario il costo è di soli 49,99 dollari.

Giovanni Damiano

<p>Appassionato di videogiochi, telefonia, informatica e intrattenimento. Nato con un controller tra le mani vive in una remota zona della Transilvania in attesa di giochi da completare. La sua prima parola è stata “Press Start”! Cresciuto con un NES 8 BIT ha raggiunto l’illuminazione con la nextgen e i VR</p><br />

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *