Internet & Geek Blog
Tech News

Come risolvere il problema delle anteprime degli articoli su Facebook

Vi è mai capitato di condividere un articolo su Facebook ma il Social Network si rifiuta di mostrare l’anteprima dello stesso limitando la visualizzazione al solo dominio? Oggi vedremo come risolvere questo spiacevole inconveniente.

Come aggirare il problema delle anteprime su Facebook

In alcuni siti web, sopratutto i nuovi, vi è un problema che impedisce a Facebook di riconoscere un qualsiasi articolo pubblicato e di conseguenza mostrare la sua anteprima con titolo, foto ed una breve descrizione, limitandosi al solo dominio, nulla di preoccupante se non fosse che esteticamente parlando non permette di capire ai lettori di che articolo si tratti, vi sono dunque due modi per la condivisione:

  • Pubblicare la foto con un titolo e incollare l’url (magari abbreviato) dell’articolo corrispondente
  • Utilizzare un valido strumento online chiamato Facebook for Developers 

Facebook for Developers è un debugger che consente agli utenti di aggiornare il Social Network per il riconoscimento del proprio articolo e funziona come segue:

  1. Incollate l’url dell’articolo su Facebook per tentare la condivisione
  2. Se ricevete l’errore descritto, recatevi su Facebook for Developers e incollate l’url nell’apposita barra soprastante
  3. Cliccate su Esegui lo scraping di nuovo (magari più volte se il metodo non funziona)
  4. Tornate su Facebook e provate ad incollare nuovamente l’url dell’articolo

Se la procedura è andata a buon fine, il vostro articolo sarà riconosciuto e quindi visibile come anteprima con titolo, foto e testo introduttivo. Purtroppo anche Google Plus è affetto da questo problema cosi come Ludomedia e Twitter, ma in questo caso si tratta solo di riprovare fino a quando i Social non riconoscono gli articoli condivisi.

Giovanni Damiano

Appassionato di videogiochi, telefonia, informatica e intrattenimento. Nato con un controller tra le mani vive in una remota zona della Transilvania in attesa di giochi da completare. La sua prima parola è stata "Press Start"! Cresciuto con un NES 8 BIT ha raggiunto l'illuminazione con la nextgen e i VR