Internet & Geek Blog
Tech News

Perché gli antivirus Doctor Web non partecipano a test comparativi tra antivirus

Un antivirus deve proteggere da situazioni che accadono nella quotidianità, non in situazioni create in laboratorio

Citazione da un utente di un forum su antivirus

C’era un tempo in cui partecipare ai test comparativi non solo poteva dimostrare le capacità reali di un antivirus, ma poteva anche mostrare i suoi pro e contro quando confrontato con altri prodotti. Doctor Web ha partecipato a questi test.

Tuttavia è emerso gradualmente un gap insanabile tra la metodologia usata nei test e le caratteristiche dei nuovi malware e le tecnologie stesse degli antivirus.

Il problema è diventato evidente in ambito IT diverso tempo fa, addirittura nel 2008. All’epoca la società russa specializzata in soluzioni antivirus Doctor Web ha sollevato importanti quesiti all’organizzazione di testing Virus Bulletin, tra le quali la più importante riguardava il fatto che i risultati dei test erano strettamente dipendenti dalla scansione della cosiddetta collezione “In-the-Wild”. Questa collezione include solo virus in grado di autoreplicarsi, e naturalmente ciò restringe il numero di malware che ne possono far parte. All’epoca, sulla base delle stime di Doctor Web, “In-the-Wild” comprendeva meno del 10% dei programmi dannosi che i moderni antivirus possono eliminare.

Un altro fattore che ha determinato la decisione di Doctor Web di non partecipare ai test comparativi riguarda il presunto stato di “indipendenza” di diverse organizzazioni che si occupano di test. Di seguito l’intervento di Igor Danilov, fondatore ed unico proprietario di Doctor Web: “La componente di marketing nei test di antivirus organizzati da cosiddetti esperti “indipendenti” ha un impatto sui livelli reali di sicurezza per gli utenti che si fidano implicitamente dei risultati. Il mercato russo è stracolmo di prodotti stranieri abilmente commercializzati che sono tecnologicamente deboli e non affidabili. Ma se per un utente casalingo il danno risultante dall’uso di un antivirus di bassa qualità può ammontare al più a qualche migliaio di rubli [ndt: centinaia di euro], l’uso diffuso di un prodotto tecnologicamente debole è un disastro da diversi milioni di dollari!”

La posizione di Doctor Web riguardo i test comparativi è semplice ed è la stessa da tempo e tale rimarrà in futuro: nessuna metodologia di test antivirus è in grado di comparare adeguatamente un software tanto complesso quanto un antivirus. I test sono creati in modo da fare gli interessi di un particolare produttore.
Doctor Web non manipola le opinioni degli utenti e di conseguenza non concede il permesso di includere i suoi software nei test comparativi.

Allo stesso tempo gli utenti hanno la possibilità di provare Dr.Web prima di comprarlo: Doctor Web conduce programmi aperti di beta-testing prima del rilascio delle nuove versioni dei suoi prodotti e offre licenze demo gratuite che permettono agli utenti di testare appieno le funzioni dei prodotti. Inoltre, i clienti business possono fare richiesta di provare i prodotti Dr.Web da remoto grazie alla LAN virtuale ospitata sui server di Doctor Web. Un’applicazione online permette di testare indipendentemente tutte le funzioni dei prodotti Dr.Web.

L’idea su un prodotto che si è formata nel tempo è molto più importante ed affidabile rispetto a dei risultati derivati da test che possono essere giudicati solo limitatamente ai dati riportati. La protezione in condizioni quotidiane, e non in condizioni ad-hoc create in laboratorio, è da sempre il punto di forza di Dr.Web. 

Per saperne di più partecipa al CoreTech Partner Tech Summit 2017

Termini di ricerca:

  • antivirus dr web