Internet & Geek Blog
Tech News

DuckDuckGo sfida Google con un motore di ricerca a prova di privacy

Dopo QWant, è il turno di DuckDuckGo, un motore di ricerca ideato per contrastare Google, proponendo e promettendo un servizio in grado di proteggere la privacy dell’utente durante la navigazione.

DuckDuckGo sfida Google

DuckDuckGo promette di non utilizzare i cookie per tracciare e raccogliere le informazioni personali di coloro che lo utilizzano, nascondendo allo stesso tempo l’indirizzo IP. A differenza dei classici motori di ricerca come Google o Bing, DuckDuckGo permette di celare ai siti web visitati, come questi ultimi siano stati raggiunti, orientato dunque a fornire rapide risposte nel massimo della privacy.

Per utilizzare il motore di ricerca dovrete visitare il sito web ufficiale duckduckgo.com, cliccare su Installa (Se volete aggiungere l’estensione in Chrome o Safari), disponibile anche su Android e iOS. Tramite l’home page potete fin da subito notare che:

  • Le proprie informazioni non vengono memorizzate
  • Non vengono mostrate pubblicità basate sui criteri di ricerca
  • Non vi è alcun tracciamento, le ricerche non vengono monitorate e si naviga in incognito con IP nascosto

Dunque l’utente vede meno annunci, per una navigazione pulita. Esiste anche una versione crittografata del motore di ricerca che modifica in automatico i collegamenti ai Social Network, passando dunque per una via crittografata e protetta.  Provare per credere!

Giovanni Damiano

Appassionato di videogiochi, telefonia, informatica e intrattenimento. Nato con un controller tra le mani vive in una remota zona della Transilvania in attesa di giochi da completare. La sua prima parola è stata "Press Start"! Cresciuto con un NES 8 BIT ha raggiunto l'illuminazione con la nextgen e i VR