Internet & Geek Blog
tomtop
Hardware

Acer annuncia il Predator 21 X

Acer in occasione dell’evento che si sta tenendo a Berlino in queste ore, ha ufficialmente annunciato e svelato il nuovo “mostro” da Gaming portatile della serie Predator, stiamo parlando del maestoso e costoso Predator 21X, il primo notebook dotato di schermo curvo.

Predator 21 X

Il RE dei Notebook da Gaming è arrivato!

Dotato di uno schermo di ben 21 pollici curvo, presenta una risoluzione di 2560 x 1080 pixel con un rapporto pari a 21:9 utilizzato in ambito cinematografico, il quale si abbina alla perfezione con la curvatura del display per una quasi totale immersione durante il gioco. Il notebook monta chiaramente una GPU NVIDIA GeForce GTX 1080 che consente di ottenere delle alte prestazioni in gioco.

Tra le caratteristiche troviamo l’implementazione della tecnologia Eye Tracking sviluppata da Tobii e della NVIDIA G-Sync grazie alla quale è possibile riprodurre scene 3D senza cali di frame. La CPU vede un processore Intel della famiglia Core i7 appartenente alla serie Kaby Lake con raffreddamento dei componenti tramite un sistema heatpipes a 5 ventole delle quali 3 basate sulla tecnologia aero blade di cui una visibile sul pannello superiore trasparente tra tastiera e schermo.

La tastiera è di tipo tradizionale ma dotata di tasti switch Cherry, tastierino numerico laterale che può essere scollegato e ruotato per esporre il touchpad con tasti. Il notebook offre un design accattivante e delle prestazioni elevate rivolte principalmente al Gaming, consentendo quindi di riprodurre giochi a specifiche elevate, senza imbattersi in cali di frame rate improvvisi.

Avete svariati mesi di tempo per risparmiare il denaro sufficiente per l’acquisto di questo maestoso notebook da Gaming targato Acer, il quale si presenta dal design massiccio, elegante e futuristico pensato per i videogiocatori, disponibile dai primi mesi del 2017 ad un costo di 3.500 euro.

Giovanni Damiano

<p>Appassionato di videogiochi, telefonia, informatica e intrattenimento. Nato con un controller tra le mani vive in una remota zona della Transilvania in attesa di giochi da completare. La sua prima parola è stata “Press Start”! Cresciuto con un NES 8 BIT ha raggiunto l’illuminazione con la nextgen e i VR</p><br />

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *