Internet & Geek Blog
Download

I migliori programmi GRATIS per risolvere gli errori e problemi di Windows

Dite la verità, quante volte vi è capitato di riscontrare problemi con Windows? C’è chi si affida alla risoluzione dei problemi del sistema operativo e chi opta per il ripristino, quest’oggi vogliamo consigliarvi alcune utility gratuite che vi consentono sia di identificare la causa del crash o blocco che risolverla.

Guida al Fix di Windows

Una libreria mancante o danneggiata, una modifica al registro di sistema inappropriata o un aggiornamento non andato a buon fine, sono tante le cause che potrebbero compromettere la stabilità di Windows. Microsoft ha pensato bene di inserire nel sistema uno strumento che si occupa di identificare le possibili cause e proporre una valida soluzione ma a volte non basta, per questo motivo sono nati numerosi tool che potrebbero fare al caso vostro e che vi riportiamo di seguito.

FixWin per Windows 7 o FixWindows per Windows 10

Sono due ottimi tool che permettono di correggere gli errori presenti nel PC. Nonostante non siano in italiano risultano intuitivi, facilmente utilizzabili da tutti. I programmi in questione consentono di applicare i fix necessari per risolvere gli errori e necessitano a fine operazione del riavvio del PC.

I tool in questione si basano sulla risoluzione di problemi con:

  • L’esplora risorse di Windows
  • Internet ma in particolare Explorer
  • Il sistema operativo in generale
  • Gli strumenti di sistema come il CMD, l’editor, il task manager ecc
  • Alcuni errori comuni
  • Effetti grafici di vario genere

Una volta lanciato uno dei due tool basta indicare il tipo di problema riscontrato ed avviare la scansione, dopo di che applicare il FIX e riavviare il PC.

Windows Repair Toolbox

Una valida alternativa ai tool sopra citati, racchiude in una sola schermata tutti i principali strumenti per risolvere i problemi su Windows, consente di avviare strumenti come l’msconfig o il checkdisk e tool aggiuntivi tra cui HWMonitor, Autoruns, Aomei Backup, PatchmyPC, ADWcleaner, rKill e molti altri ancora, indispensabili per analizzare e quindi scansionare non solo il software ma anche l’hardware.

Tweaking Windows Repair

Come ultimo ma di certo non meno importante strumento vi è Tweaking Windows Repair, un’ottimo tool che permette di scansionare e risolvere i problemi più comuni che affliggono Windows inclusi i permessi sui file e le chiavi di registro oltre ad errori legati a file sconosciuti, con la stampante, con la connessione Internet, nel menù Start e cosi via dicendo.

Non dimentichiamo di citare anche CCleaner, il quale permette di scansionare il PC e risolvere gli errori che lo affliggono oltre a dare una bella pulita allo stesso tramite la cancellazione dei file temporanei.

Come fare il backup di sistema e ripristinarlo

Dal menu Start digitate Backup e Ripristino Windows 7 o in alternativa recatevi nel pannello di controllo alla voce BACKUP, dalla nuova schermata cliccate su Crea immagine di sistema (localizzato sulla sinistra) e indicate il percorso dove salvare, quindi il tipo di supporto che utilizzerete con il disco in oggetto. A fine procedura vi verrà richiesto di creare un disco di ripristino, senza indugiare introducete nel masterizzatore un DVD e date conferma.

Dopo che avete creato l’immagine e il disco, introducetelo nel lettore del PC e assicuratevi di avere l’unità dove avete fatto il backup connessa al computer, riavviate e premete tante volte ESC (se il vostro pc supporta questa funzione) oppure F1/F2 per entrare nel BIOS e quindi settare il disco come boot principale.Seguite la procedura guidata e cliccate su Opzioni Avanzate appena visualizzate la schermata blu, scegliete di ripristinare il sistema da una immagine,quindi indicate l’hard disk esterno dove avete salvato l’immagine e proseguite, dopo l’avviso date conferma e attendete la fine della procedura

Giovanni Damiano

Appassionato di videogiochi, telefonia, informatica e intrattenimento. Nato con un controller tra le mani vive in una remota zona della Transilvania in attesa di giochi da completare. La sua prima parola è stata "Press Start"! Cresciuto con un NES 8 BIT ha raggiunto l'illuminazione con la nextgen e i VR